Storia di Babbo Natale - Casa di Babbo Natale nel magico paese di Natale

Vai ai contenuti

Menu principale:

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 


LA VERA STORIA DI BABBO NATALE






La storia di Babbo Natale ha origini molto lontane. Tanto tempo fa, c'era in Turchia un vescovo, poi divenuto santo, che si chiamava Nicola. Si muoveva su un asinello bianco o su un cavallo e portava doni ai bimbi buoni. Si racconta che il vescovo esortò tutti i parroci a diffondere il cristianesimo recandosi a casa dei bambini e portando loro i doni.

La leggenda di San Nicola diede vita alla festa olandese di Sinterklaas. Alcuni immigrati olandesi andarono in America e fondarono la città di "Nuova Amsterdam", che oggi si chiama New York, e portarono nel nuovo continente tutte le loro tradizioni, tra cui quella di San Nicola.

Gli inglesi adottarono subito questo personaggio e trasformarono il nome in "Santa Claus". Gli abiti del santo hanno ispirato l'immagine di Babbo Natale: copricapo liturgico rosso con croce dorata e vestimento bianco.

Secondo la leggenda, Santa Claus ha un cavallo bianco con il quale vola sui tetti, mentre i suoi aiutanti elfi scendono nei camini e lasciano i doni ai bambini buoni.

Oltre agli Elfi, ad aiutare Babbo Natale ci sono nove renne: Rudolph, Prancer, Comet, Cupid, Dazzle, Dasher, Donner, le gemelle Dixen e Vixen.

Il colore rosso divenne l'abito ufficiale di Babbo Natale grazie alle campagne pubblicitarie della Coca Cola durante le festività natalizie. La prima pubblicità della Coca Cola risale al 1931 ed è firmata Haddon Sundblom.


Leggenda di Babbo Natale
In Lapponia, a Nord del Circolo Polare Artico, in una foresta innevata, viveva un vecchietto, che aveva tante renne e una lunga barba bianca.
Trascorreva il tempo ad aiutare i suoi vicini. Voleva, però, fare di più, soprattutto per quei bimbi meno fortunati che non potevano permettersi di avere nemmeno un giocattolo.
Babbo Natale decise, così, di farsi aiutare dalle sue renne per girare il mondo e portare, la notte di Natale, e cioè la notte in cui nacque un bimbo povero, Gesù, i regali ai bambini più poveri.
I bimbi erano tanti e per fare costruire tutti i doni Babbo Natale doveva farsi aiutare. Mentre era seduto davanti la sua casetta, iniziò a parlare ad alta voce. "Come posso fare a costruire tutti i doni da solo? I bambini saranno tristi, perchè non ce la farò mai".
La sua voce arrivò fino in fondo al bosco, dove abitavano piccoli elfi dai visi angelici. Improvvisamente, Babbo Natale alzò gli occhi e si trovò davanti tanti minuscoli esseri che in coro gli dissero: "Non ti preoccupare, ti aiutiamo noi!".
E si misero subito al lavoro.  I regali furono pronti in un battibaleno. Gli elfi aiutarono Babbo Natale a caricare i doni sulla slitta e partirono per portarli ai bambini.
Oltre ai doni, Babbo Natale, gli elfi e le renne portavano felicità e sorrisi a tutti i bimbi del mondo.




 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu